CONSULTORI: L’ORDINANZA DEL TAR

Nell’ordinanza del Tar del Lazio, sezione terza quater, si legge come il Tribunale amministrativo ritenga che “non sussistono i presupposti per l’accoglimento della proposta di istanza cautelare” presentata da alcune associazioni pro life contro il decreto della Regione in merito all’esercizio dell’obiezione di coscienza da parte del personale sanitario operante nei consultori. Due i motivi per cui mancano tali presupposti: “La prospettata eccezione di inammissibilita’ non appare priva di adeguato fumus” e, soprattutto, “le dedotte doglianze alla luce delle stringenti argomentazioni della resistente Regione non appaiono fondate”.

Permanent link to this article: http://www.olimpiatarzia.it/uncategorized/7301/